Viaggiare con un libro

La scomparsa di Stephanie Mailer | Viaggiare con un libro |

la scomparsa di stephanie mailer

[QUESTO ARTICOLO NON CONTIENE SPOILER]

Mentre con i nostri corpi eravamo a prendere il sole nella bellissima e caldissima Formentera, la nostra mente era ben lontana da questa isola spagnola…

Stavamo viaggiando a km e km di distanza…

“Solo chi ha familiarità con la regione degli Hamptons, nello stato di New York, è venuto a sapere cosa successe il 30 luglio 1994 a Orphea, cittadina balneare in riva all’oceano”.

E’ così che inizia il romanzo di Joel Dicker, scrittore francese che ci aveva appassionato un paio di anni fa con il suo primo capolavoro “La verità sul caso Harry Quebert”

 

TRAMA

Nella tranquilla cittadina di Orphea, nel 1994, in occasione del Festival Teatrale organizzato dalla città, vengono commessi una serie di omicidi.

Gli agenti Jesse Rosenberg e Derek Scott, al loro primo incarico, scoprono in breve tempo il colpevole e risolvono il caso che li ha portati alla fama e al successo all’interno del loro dipartimento di polizia.

Purtroppo, esattamente 20 anni più tardi, la giornalista Stephanie Mailer che stava indagando sullo stesso caso, a suo avviso, non risolto nel ’94, scompare misteriosamente.

Appena prima di sparire dalla circolazione, Stephanie Mailer riesce ad avvisare il capitano Rosenberg, prossimo alla pensione, che nell’indagine dell’epoca era sfuggito un indizio cruciale che aveva portato alla persona sbagliata. Il vero colpevole degli omicidi era quindi in liberà da 20 anni.

Jesse e Derek decidono di tornare sui loro passi per cercare la giornalista scomparsa e capire che cosa avesse scoperto che a loro era sfuggito nelle indagini del ’94.

*** *** ***

Il modo di scrivere Joel Dicker, la suspence che riesce a creare in ogni singola pagina de “La scomparsa di Stephanie Mailer”, ti spinge a volere leggere sempre quella successiva fino a divorare l’intero libro.

Ci aveva già catturato durante la lettura del suo primo romanzo, è per questo che abbiamo deciso di scoprire se anche questo fosse all’altezza.

E dobbiamo dire che non ha deluso le nostre aspettative!

Come genere da leggere in coppia, prediligiamo gialli, thriller e polizieschi, perché ci permettono di fare congetture, ipotesi sul probabile colpevole e questo ci stimola molto.

In questo romanzo, lo scrittore ce ne ha dato più volte occasione, indicandoci prima una direzione, poi cambiando, sempre svelando poco alla volta per lasciarci sulle spine e pieni di dubbi fino al capitolo finale.

Un libro che si legge tutto d’un fiato e… che ti toglie il fiato fino alla rivelazione finale.

PS. Hai letto anche tu questo romanzo? Ti è piaciuto? Lascia un commento con le tue impressioni qui sotto 🙂

Nicole & Gianluca

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.